venerdì 13 aprile 2012

CUCINA REGIONALE VENETA: POLASTRO IN TECIA


 
 
Un'altra settimana è passata e ci ritoviamo nuovamente con il nostro appuntamento "Cibo e regioni". Questa rubrica sta diventando sempre più interessante e stiamo imparando tantissime cose nuove sulle tradizioni del nostro Paese. Il nostro gruppo sta diventando sempre più completo, questa settimana diamo il benvenuto a Emilia del blog "Un'arbanella di basilico" che ci farà conoscere i piatti tipici della Liguria e a due nuove amiche dell'Umbria, del blog "2 amiche in Cucina".
Il tema di questa settimana è la carne, ne esistono così tante varietà e si può preparare in modi così diversi che sicuramente potremo soddisfare tutti i vostri gusti!!!
Ecco quindi le ricette di questa settimana:



Quando abbiamo sabuto che il tema di questa settimna sarebbe stata la carne, abbiamo subito cominciato a pensare ai piatti della nostra tradizione che si preparazione abitualmente. Il Veneto non è però famoso per i suoi piatti di carne e trovare una ricetta adatta non è stato facile. Pensando a cosa preparava nostra nonna nei giorni di festa, ci siamo subito ricordate che a casa nostra non mancava mai il "Polastro in tecia" in occasione della festa del nostro patrono, quella che da noi si chiama "Sagra". In tutte le case, era infatti presente un pollaio per l'allevamento di galline. faraone e anatre, che venivano consumate molto più spesso che non la carne di manzo.
Ed ecco a voi questo piatto, semplice ma veramente molto gustoso, comodo perchè poteva essere preparato anche il giorno prima!

Polastro  in tecia

1 pollo intero da 1 kg
1 cipolla
1 costa di sedano
1 carota piccola
½ bicchiere d’olio extravergine d’oliva
1 e ½  bicchiere di vino bianco secco
250 gr di polpa di pomodoro a cubetti
1 ciuffo di prezzemolo
2 foglie di basilico
qualche foglia di salvia
sale q.b.
pepe q.b.




Tagliate il pollo a pezzi e asciugatelo. Mondate cipolla, sedano e carota; affettate la cipolla e tritate finemente sedano e carota.




In una casseruola mettete l’olio, i pezzi di pollo e le verdure precedentemente tagliate. Quindi aggiungete anche la salvia, il basilico e il prezzemolo tritato. Salate e pepate.



Mettete sul fuoco e fate rosolare bene rigirando i pezzi di pollo con un cucchiaio di legno per non rompere la pelle.

Versate il vino e fatelo evaporare a fiamma vivace mescolandolo un paio di volte.


Aggiungete la polpa di pomodoro, un bicchiere di acqua a lasciate cuocere a fuoco moderato per circa un’ora e mezza mescolando ogni tanto e bagnando, se necessario, con acqua calda.



Consigli: l'accompagnamento perfetto per questo piatto è una bella polenta bianca cremosa appena fatta.











15 commenti:

  1. Quanto mi piace!!con quel pollo ruspante poi!!brava!!

    RispondiElimina
  2. Questo pollastro è una delizia care ragazze!!!!!Non posso farmelo sfuggire!!seiete state come sempre bravissime!!!!Un bacio e buon weekend!!!

    RispondiElimina
  3. Quanto mi piace il pollo così preparato!!!!!!!
    Ragazze un piatto che è una festa davvero!!!!!!!!!!!
    Complimenti!!!!!!!Un bacio

    RispondiElimina
  4. Buonissimo il pollo preparato così, la polenta bianca mi piace tantissimo, anche se qui non è sempre facile trovarla. Davvero un piatto perfetto per un bel pranzo della dmenica. Grazie ragazze, buon fine settimana!

    RispondiElimina
  5. Buonissimo, e con la polenta per fare scarpetta diventa un bel piatto completo. Bravissime! un abbraccio e buona serata

    RispondiElimina
  6. Ciao...io che son veneta lo so bene quant'è buono il polastro in tecia!!!Però io son vicentina e da noi si mangia la polenta gialla!Ciao

    RispondiElimina
  7. Ciao!! Felice di conoscervi grazie a questa fantastica rubrica! Finalmente riesco a trovare questa ricetta!! A me il pollo così piace tantissimo!!

    RispondiElimina
  8. Un pollastro dall'aspetto ruspante! Deve essere saporito e sicuramente buono. Le ricette delle tradizioni non tradiscono mai le aspettative, e se la nonna lo preparava sempre per la sagra, sono certa che è strabuono!! Passate un buon fine settimana.

    RispondiElimina
  9. Ma che delizioso pollastro! I piatti della nonna non sbagliano mai e questo sembra dire "mangiami che sono estremamente buono!"
    Eheh Bravissimeeeee!!!!
    Un bacione e buon week end!

    RispondiElimina
  10. carissime...un pollo gustosissimo! ottimo e sano! e brava la nonna ad avervi tramandato questa ricetta superbuona! e immagino con la polenta bianca...che bontà!
    bacioni

    RispondiElimina
  11. Ottima ricetta... profumata e gustosa mi sa che dovrò provarci a prepararlo, mio figlio è un appassionato di cosce di pollo!!!!un bacione!!!

    RispondiElimina
  12. ciao, piacere di conoscervi, buonissimo il pollo, se poi la ricetta è della nonna, non si sbaglia mai, a presto

    RispondiElimina
  13. Che spettacolo, davvero gustoso, io adoro il pollo, in effetti nella mia regione c'è un piatto tipico di pollo ed ero fino all'ultimo molto indecisa su quale preparare....

    Buon week end !!!

    RispondiElimina
  14. Il pollo poverino è sempre un po' bistrattato, usato per fare una cosa veloce, messa lì senza attenzione, invece ha una carne buonissima, che vale la pena valorizzare. Il vostro è proprio buono! bacioni buon we

    RispondiElimina
  15. Il pollo è la mia carne preferita. Quelle coscette mi fanno venire una tale tentazione di afferarne una...
    Davvero una bella ricetta. Complimenti!!
    Buona domenica!

    RispondiElimina

Grazie per aver visitato il nostro blog! Lasciate un commento, un suggerimento... saremo felici di conoscere le vostre impressioni!
Elisa e Laura