lunedì 21 maggio 2012

CUCINA REGIONALE VENETA: RISI E BISI


Anche questa settimana siamo arrivate al consueto appuntamento con la rubrica Cibo e regioni. Questa settimana lo facciamo però con uno spirito un pò diverso. Non abbiamo parole per esprimere la nostra commozione per quello che è accaduto in Puglia e in Emilia Romagna durante questo fine settimana. In questo momento ci sentiamo però più italiane che venete, e ci uniamo idealmente a chi in questo momento soffre, siamo con loro con il cuore. A loro lasciamo questo messaggio: le avversità della vita possono farci cadere, ma insieme, uniti, possiamo rialzarci e ricominciare a camminare più fieri di prima.

Il tema che ci unisce per questa settimana è il riso. Percorriamo idealmente il territorio delle nostre regioni, assaporando i piatti preparati con questo ingrediente così versatile: di certo non mancheranno piatti tanto appetitosi quanto originali.Ecco quindi le ricette di questa settimana:


Risi e bisi è uno dei piatti più conosciuti della cucina veneta. La tradizione vuole che sia preparato con i piselli della prima raccolta di maggio, quelli più teneri e dolci. Abbiamo scoperto preparando questo post, che ne esistono varie versioni, una tipica della nostra zona, il padovano e una tipica di Venezia. Risi e bisi era infatti d'obbligo sulla tavola del doge il giorno di San Marco, 25 aprile, dopo la solenne processione che si svolgeva sul Canal Grande.
Rispetto alla versione veneziana, la nostra è più simile ad un risotto molto asciutto, in cui il brodo si è assorbito completamente (a volte infatti viene anche fatto cucinare il riso nell'acqua e si termina la cottura con i piselli solo per qualche minuto). Inoltre è possibile aggiungere in fase di cottura anche i bacelli precedentemente lessati e frullati.
Per questa ricetta abbiamo utilizzato il riso vialone nano tipico della pianura veronese e la prima raccolta di piselli del nostro piccolo orto.

 
Risi e bisi alla Padovana
300 gr di riso Vialone nano
1 kg di piselli freschi (piccoli)
mezza cipolla bianca
50 gr di pancetta
1 mazzetto di prezzemolo
50 gr di burro
1,5 l di brodo di carne
4 cucchiai di parmigiano grattugiato
sale

Sgranate i piselli, sbucciate la cipolla e tritatela insieme alla pancetta. Pulite il prezzemolo, lavatelo, asciugatelo e tritatelo. Mettete a bollire il brodo in una pentola.
Fate soffriggere in una casseruola il tritto di cipolla e pancetta con 30 gr di burro, aggiungete i piselli e il prezzemolo e salate. Bagnate con 500 ml di brodo bollente e lasciate cuocere per 15 minuti a fuoco medio. Versate tutto il brodo rimanente nella pentola, fate riprendere il bollore e aggiungete il riso. Portatelo a cottura rimescolandolo di tanto in tanto. Quando il brodo si sarà completamente ascigato, levate dal fuoco, mantecate con il burro rimasto e il parmigiano grattugiato.


Consigli: la pancetta utilizzata per questo piatto è quella arrotolata, tipica del padovano; stagionata per circa 6-7 mesi è tradizione tagliarla proprio quando si raccolgono i primi piselli.



 

                          Con questa ricetta partecipiamo al contest "Una ricetta in camBio"
                                                   del blog "La casa di Artù".



23 commenti:

  1. Ma che bello...colorato e allegro...poi immagino con i piselli del vostro orto(che invidia) deve essere saporitissimo!!!!!!!
    Un bacione ragazze e iniziamo tutti ...si spera.... una buona settimana!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  2. Me ne parlava sempre il signor Tavarner che era veneto! insieme ai bigoli, che vallo a capire cosa voleva ahha, adoro il riso così!!

    RispondiElimina
  3. Che bella preparazione, la adoro e vi faccio i miei complimenti!

    Ps. Appena riesco a sistemare la grana con il browser aggiorno link e ricette per il contest, per ora grazie mille per aver partecipato!

    RispondiElimina
  4. che buono questo risotto! in bocca al lupo per il contest!
    Stefania

    RispondiElimina
  5. Buonissimo!!! Incrocio le dita per il contest!! ^__^
    Franci

    RispondiElimina
  6. No comment per le tragedie del week-end.. son senza parole!!!! restiamo vicino a chi ha perso i propri cari... Ottimo il tuo risotto... baci e buon lunedì .-)

    RispondiElimina
  7. Ciaoo anche noi usiamo prepararlo così asciutto..è stra buonissimooo!!complimenti!un bacione

    RispondiElimina
  8. Che bella ricetta mie care ragazze!!!cosi genuina, così vera!!!!Amo molto la cucina veneta (anche naturalmente date le affinità con la trentina)e voi la interpretate alla grande! Un abbraccio e complimenti per il messaggio di speranza al quale mi unisco.

    RispondiElimina
  9. Buonissimo con i piselli freschi, non sapevo esistessero diverse versioni! Molto interessante l'idea di aggiungere i baccelli lessati frullati, devo provarla… grazie ragazze da voi c'è sempre da imparare, peccato poter assaggiare solo virtualmente i vostri piatti!! Un bacio e buona giornata

    RispondiElimina
  10. bella ricetta dal sapore delicato, sicuramente con i piselli bio ancora più gustoso, baci

    RispondiElimina
  11. non conoscevo la doppia versione di risi e bisi, qui viene preparato lasciando il risotto un pò ppiù cremoso, che se non ho capito male corrisonderebbe alla maniera veneziana. complimenti per la ricetta egrazi per il racconto storico che avete fatto

    RispondiElimina
  12. Adoro il riso con i piselli! E poi con la pancetta arrotolata mi stuzzica proprio tanto! Mamma mia, mi rendo conto di quanto sono golosa e leggendo le vostre straordinarie ricette la mia golosia aumenta ad ogni riga!!!

    RispondiElimina
  13. L'ho fatto da poco anch'io questo piatto in versione acciughe, sempre fantastico, me ne hai fatta tornare la voglia.

    RispondiElimina
  14. eh si...ora devo proprio provare questo piatto di riso e piselli! proprio l'altro giorno ho sbucciato un bel pò di piselli del contadino per farmi una scorta per l'inverno!
    poi con la pancetta sarà una squisitezza!
    bacioni

    RispondiElimina
  15. Con la vostra pancetta sarà saporitissimo...risi e bisi è un classico a casa mia ...troppo buono! baci!

    RispondiElimina
  16. I piselli del contadino sono ottimi. Se poi aggiungiamo il riso ... senza parole!!! Un abbraccio e buon inizio di settimana

    RispondiElimina
  17. Un risotto davvero delizioso ragazze! Con i piselli freschi freschi e teneri del vostro orto poi sarà davvero divino!! un bacione e non dimenticate di partecipare anche al mio contest! ^_^

    RispondiElimina
  18. Risi e bisi, una meraviglia!!!!
    Date le mie origini padovane, adoro questa ricetta!!!!!
    Un bacione grande!!!

    RispondiElimina
  19. Ma che bel risotto, belle anche le foto!
    In bocca al lupo per il contest!

    RispondiElimina
  20. Ciao fanciulle, a sentire parlare di canal grande mi viene una gran voglia di andarmene a Venezia, la amo in maniera quasi maniacale e la conosco bene anche in angoli nascosti alla maggior parte di turisti. E magari in un angolino potrei trovare un bacaro dove mangiare risi e bisi... bacione

    RispondiElimina
  21. Risi e bisi, una garanzia. E' sempre buono!!! Ciao

    RispondiElimina
  22. Un classico favoloso! E devo farvi i complimenti perchè anche con questa puntata siete state perfette! Baci

    RispondiElimina
  23. Ciao io lo mangiato in trentino e la versione e molto diversa e un piatto unico lo fanno con le patate e la lasciano con il brodo molto buona

    RispondiElimina

Grazie per aver visitato il nostro blog! Lasciate un commento, un suggerimento... saremo felici di conoscere le vostre impressioni!
Elisa e Laura