lunedì 29 ottobre 2012

CUCINA REGIONALE VENETA: FRITO DE SARDELE



Sono di nuovo passate due settimane, e puntuali ci ritroviamo a percorrere le regioni italiane alla scoperta di nuovi piatti della nostra tradizione. Visto che orami il freddo sembra attanagliare tutta Italia, siamo sicure che il tema scelto piacerà a tutti, anche perchè si tratta di un argomento molto molto goloso!
Oggi infatti, la rubrica di cucina regionale ha come tema il fritto con le tutte le sue moltissime variati sia dolci che salate. Ecco quindi cosa possiamo assaporare in giro per l'Italia:


 In Veneto le sardine sono utilizzate in mille modi diversi, negli antipasti, nei primi e nei secondi: sarà per la vicinanza al mare, oppure perché tradizionalmente si tratta di un pesce economico e spesso era l'unico che ci si poteva permettere. Le sardine, ancora oggi, fanno parte sia della tradizione contadina, che di quella di élite, vengono spesso proposte come aperitivo essendo, assieme ai moscardini (di cui vi abbiamo già parlato qui), uno dei classici cichetti veneziani.
Nella versione della ricetta di oggi, le sardine sono chiuse a sandiwich, impanate e poi fritte; il ripieno è quello semplice e tradizionale che preparava sempre nostra nonna. Questo infatti è per noi più di un piatto veneto, un vero piatto della tradizione della nostra famiglia!!

Frito de sardele

20 sardine deliscate
un mazzetto di prezzemolo
pane raffermo q.b.
1 spicchio d'aglio
1 uovo
50 gr di farina bianca
olio di semi per friggere q.b.
1 limone non trattato
sale q.b.
Mettete in un frullatore il pane con le foglioline di prezzemolo e lo spicchio d'aglio; tritate il tutto finchè non si forma una polvere omogenea.
Pulite le sardine, lavatele sotto l'acqua corrente e asciugatele con carta assorbente da cucina. Prendete una sarda e poggiatela con la pelle rivolta verso il basso; ponete al centro di ripieno preparato e  poi poggiatevi sopra una seconda alice con la pelle rivolta verso l’esterno, formando una sorta di sandwich.
In un piatto, sbattete l'uovo con un pizzico di sale e in un altro piatto preparate la farina. Passate i "sandwich di sarde" prima nell’uovo sbattuto e successivamente nella farina. Friggeteli in olio caldo ma non bollente per 5-6 minuti facendoli dorare su entrambi i lati. Una volta dorati, ponete le sarde fritte a sgocciolare su della carta assorbente da cucina, salate e poi servitele ancora calde con il limone tagliato a spicchi.
Consigli: potete utilizzare lo stesso tipo di panatura anche per le sardine classiche preparate senza il ripieno.



25 commenti:

  1. queste le conosco e sono buonissime e anche veloci da fare, un bacio e buon lunedì

    RispondiElimina
  2. Complimenti per il bellissimo post:-) e l'ottima ricetta:-) un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Ma che bontà!!! i piatti di famiglia sono sempre i più buoni, racchiudono tanto amore ed un sapore straordinario!!
    Complimenti!!!!
    bacioni e buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  4. Ehi ma qui si parla di piatti davvero meravigliosi....io le adoro, le mangerei tutti i giorni, se non fosse che è meglio non abusare del fritto...ma oggi facciamo festa e da tutti assaggio qualcosa!

    RispondiElimina
  5. Ragazze....avete creato un qualcosa di sublime per me!!!!le adoro!!!!e se sono della nonna poi...ancora meglio;-) Bravissime!!!!un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Mmmh... come resistere? No, davvero, le sardine fritte sono qualcosa di eccezionale.. troppo! :) Anche se non posso mangiare molto fritto.. per queste farei decisamente uno strappo :) Complimenti di cuore e una felice settimana!

    RispondiElimina
  7. il pesce fritto....è un piatto a cui non riuscirei mai e poi mai a dire di no!!! lo adoro!
    e queste sardine fritte e pure ripiene sono di una squisitezza unica!!!
    e poi...le ricette delle nonne sono irresistibili!!!
    bacioni e buona giornata

    RispondiElimina
  8. potrei anche morire per questa ricetta ahahahahah buonissime ragazze!!Buona settimana

    RispondiElimina
  9. meravigliosi questi fritti!!! con questi si inizia la settimana benissimo :)

    RispondiElimina
  10. Anche in Toscana sono molto usate le sardine, ma non le prepariamo mai fritte. Sono sicuramente un'idea nuova per provarle in una versione diversa dal solito.
    Le proveremo.

    RispondiElimina
  11. Il profumo delle sarde fritte è eccezionale e lo stesso vale per sapore e consistenza, un'ottima scelta! Vi sono venute bellissime come sempre, io quel piatto me lo finirei da sola! Grazie e buonissima settimana, Babi

    RispondiElimina
  12. Frito de sardele...noi a Trieste frito si ma de "sardoni" che sarebbero le alici. Le sarde le friggiamo si ma per metterle en savor con cipolla ecc. Mi hai fatto venire fame...ciaooooo

    RispondiElimina
  13. Io il ripieno lo lascio!!!
    Questo panino di sarde ragazze è una vera chicca golosa!!!!
    Che buono deve essere...già questi deliziosi pesci sono buoni ma poi farciti devono esserlo ancora di più!!!!!!!!!
    Un bacione bimbe!!!!!!!
    e grazie sempre per le vostre meravigliose ricette
    Buon Lunedì!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  14. confermo il commento di Tina :D io adoro i fritti! buonisssime!! mi basterebbe un bel piattino e sto a posto! ciao cara!

    RispondiElimina
  15. le sardine mi piacciono da impazzire, fritte poi chi resiste, io proprio no, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  16. che buoni i sardoni fatti così, una bella ricetta ricca di gusto!

    RispondiElimina
  17. Le sarde sono meravigliose.. io non le ho mai fatte fritte ma mi immagino che meraviglia devono essere! Davvero complimenti:)
    A presto:*

    RispondiElimina
  18. queste le faccio provare a mio padre! lui le fa solo passate nell'uovo e poi farina, e le spina pure...ma questa ricetta la amerà di certo!

    RispondiElimina
  19. fritto, è il mio pesce preferito...povero ma ottimo!
    un bacio

    RispondiElimina
  20. Che forza le sarde - sandwich!!! ;)
    Mi credi se ti dico che non solo non le ho mai preparate, ma neanche mai mangiate?
    il bello di questa iniziativa è che poi ho tutte le ricette a portata di mano e non le perdo più! ;)

    RispondiElimina
  21. Le mie origini sono venetissime e questa ricetta la conosco bene!!!! Buonissima!!!!
    Un bacione!!!!

    RispondiElimina
  22. Mi unisco al coro di BUONISSIME che si legge in ogni commento! Come vorrei averne qualcuno qui, calda e profumata e saporita.... bacioni a presto

    RispondiElimina
  23. Le alici fritte sono un altro dei miei punti deboli... ma ripiene a paninozzo così non le ho mai mangiate. E ti dico subito che da oggi mai più senza questo spettacolare ripieno!!!! Buonissime!!! Mamma mia, mi state mandando il colesterolo alle stelleeeeee!!!!

    RispondiElimina
  24. buonissime sempre sfiziose, per un antipasto o una cena...vanno a ruba!!! complimenti!

    RispondiElimina

Grazie per aver visitato il nostro blog! Lasciate un commento, un suggerimento... saremo felici di conoscere le vostre impressioni!
Elisa e Laura